mercoledì 4 giugno 2008

Motorola annuncia l'RFS6000, lo switch pronto per l'azienda “all-wireless”

Il nuovo wireless switch, pronto per lo standard 802.11n, esprime al meglio la visione Motorola della “all-wireless enterprise”

Motorola Enterprise Mobility Business annuncia il nuovo switch wireless RFS6000, basato su processore multi-core e indirizzato alla media impresa. Il nuovo switch è perfettamente coerente con una visione in cui la rete WLAN è a disposizione di tutta l'organizzazione aziendale, dai dipendenti in sede ai siti di produzione, sino agli uffici distaccati e agli uomini sul campo.
Grazie agli oltre 125.000 switch WLAN installati, Motorola è depositaria di una esperienza senza eguali. Con l'introduzione dello RFS6000 e degli access point adattivi mesh-enabled 802.11 a/b/g/n, Motorola offre il più completo portafoglio prodotti per le WLAN indoor e outdoor.

“Prevediamo che entro 5 anni oltre il 75% dei terminali aziendali siano connessi alle reti wireless enterprise”, afferma l'analista Jack Gold, Presidente di J.Gold Associates. “Questo trend non riguarda solo i terminali per la gestione dei dati, ma anche quelli voce e quelli di tipo “collaborativo”, dotati di connessioni wireless multiple che si rendono disponibili senza soluzione di continuità”.

Basato sull'architettura Motorola Wireless Next Generation (Wi-NG), lo RFS6000 offre una ricca dotazione che comprende 8 porte PoE (power over ethernet) per 802.11n, uno slot PCI Express per supporto ai servizi 3G/4G come EVDO, HSDPA e WiMAX, e uno slot di espansione PCI per servizi IP PBX.
Lo RFS6000 è in grado di supportare sino a 48 access point 802.11a/b/g/n, e offre la connettività Wi-Fi sono a un massimo di 2.000 utenti. La soluzione consente dei risparmi significativi se confrontata con le reti cablate Ethernet, ed elimina la necessità di gestire voce e dati con cavi separati per ciascun utente.
Una grande attenzione è stata posta anche alla sicurezza: lo RFS6000 è dotato di crittografia WPA/WPA2 e integra un firewall, e inoltre supporta le tecnologie VPN, AAA server e NAC (Network Access Control).

Lo RFS6000, infine, consente un utilizzo flessibile grazie alla funzionalità mesh, alla tecnologia adattiva e allo switch clustering. Anche in riferimento al crescente utilizzo delle tecnologie VoIP in azienda, il nuovo switch supporta i servizi voce su WLAN con Quality of Service (QoS), Wi-Fi Multimedia Extensions e una gestione ottimale del roaming.

“Le medie aziende hanno difficoltà a trovare un'infrastruttura wireless facile da gestire ed efficace”, prosegue Gold. “Esse hanno bisogno di soluzioni che offrono funzionalità come la connettività ridondante, il firewall integrato, le VPN e la gestione della sicurezza con lo stesso livello di qualità delle soluzioni per le grandi aziende ma a un costo coerente con le loro dimensioni”.

Per informazioni: http://www.motorola.com/Enterprise/WirelessLAN/RFS6000 .